Eva – Adamo = !_corto teatrale

Eva – Adamo = !_corto teatrale

Corto teatrale andato in scena il 28 novembre 2014 nell’ambito del Progetto Bravòff tenutosi presso il Teatro Bravò di Bari. Uno dei 4 Corti prodotti dalla Notterrante Compagnia, per la Regia di Mariella Soldo in collaborazione con La Bautta Cultura e Arte. Testo scritto accogliendo la sfida della drammaturgia breve, e legato al tema dell’assenza, intesa nelle sue accezioni più inaspettate.

4 autori (Luigi Biancoli, Rosa Cinquepalmi, Francesca Citarella [Io] e Carmine Mangone) verso 4 attori (Eugenio Guagnano, Anna Piscopo, Roberto Ranieri e Myriam Scaligina). Voce introduttiva ai Corti affidata all’attrice Barbara De Palma. Con disegni di Mattia Craca, Arianna Pescuma e Flavia Romano. 

https://www.facebook.com/events/1573355856229255/

ADAMO

Ti chiami Eva e sei una donna di latta.

Eva è il nome che io ti ho dato dopo averti chiamata “donna”.

Forma femminile di ish (maschio).

Un giorno Dio fa fare un sogno a un uomo.

L’uomo si sveglia e non ha più una costola.

La carne è ricucita.

Ti chiami Eva e sei colei che suscita la vita.

Eppure, sei di latta.

Una donna di latta che si è lasciata sedurre e amare dal serpente senza nome.

 

EVA

Ti chiami Adamo e sei un uomo di paglia.

Adamo, dicono significhi “umanità”, “uomo terreno o della terra rossa”.

Eppure, sei di paglia. E ti sei lasciato sedurre e amare da me.

EVA: Ci sono cose che non si possono comprare, per tutto il resto c’è il baratto.

ADAMO: Il nostro è uno scambio di “odi et amo”. Conosci la storia del venditore e del compratore?

EVA: Oui… Koltès?!

ADAMO: Desiderio e solitudine.

EVA: (Parodiandolo) Sempre meno gente si lascia avvicinare, toccare… muori per sapere cos’hanno nella testa e nel cuore. Siamo un po’ tutti voyeur. (Riprendono a ballare).

Francesca Ciska Citarella

 

  • Corti d'a(u)t(t)ore